È giunto il momento di occuparsi dei profili social dei defunti in maniera più efficace. Facebook ha un numero di utenti attivi al mese pari a 2.2 miliardi. La popolazione mondiale ammonta a circa 7,7 miliardi. È, allora, ragionevole supporre che a breve il numero degli “utenti” defunti sarà maggiore degli utenti attivi.

A molti è capitato di ricevere il messaggio “Oggi è il compleanno di xxxx, ricordati di fare gli auguri”, o “I tuoi ricordi con xxxx”. Se questi messaggi riguardano persone che non ci sono più la cosa è alquanto dolorosa.

I manager di Facebook hanno capito l’importanza della questione e hanno attivato una riflessione ascoltando persone di religioni e culture diverse, insieme ad esperti ed accademici sul tema della morte e del ricordo dei cari. «Siamo grati a loro per averci aiutato a capire come possiamo costruire più strumenti per aiutare le persone a trovare conforto nei momenti di dolore». Così, scrive Sheryl Sandberg, direttrice operativa di Facebook, il cui marito è deceduto improvvisamente nel 2015.

La soluzione è affiancare l’Intelligenza Artificiale agli account che ancora non sono stati indicati dagli eredi e/o aventi diritto come commemorativi. Nello specifico l’AI eviterà di inviare notifiche come il ricordi di invito ad aventi e i promemoria del compleanno.

Fonte
Facebook pensa ai defunti, Intelligenza Artificiale troverà loro profili

Approfondimenti: