Domenico NATALE, “Orientamenti sul modello di qualità dell’Intelligenza Artificiale”

Abstract dell’intervento

La qualità è da sempre stata al centro di considerazioni filosofiche e tecnologiche. Nella storia delle innovazioni industriali si è rivelato particolarmente utile pervenire a modelli di qualità di orientamento a servizio di progettisti e utenti, prima che si entri nelle fasi produttive.

Nell’articolo presentato, sono riportati esempi di modelli di qualità per l’Ingegneria “tradizionale” dei sistemi, come utili “bussole” di orientamento. E’ necessario ora realizzare un modello anche per l’Intelligenza Artificiale che rappresenti numerose nuove esigenze qualitative in relazione a: trasparenza, autonomia, etica, governabilità, sovranità, raccolta dell’esperienza e tecniche di apprendimento, comando umano o della macchina, mitigazione dei rischi, ecc..

Sono citate le organizzazioni a livello mondiale, europeo e nazionale, che stanno mirando all’obiettivo di standardizzazione, ovunque molto sentito, in uno schema ontologico che riassuma gli elementi in gioco. L’intento che ci si propone è di pervenire ad un meta-modello di qualità come riferimento condiviso di pubblica utilità combinando in modo armonizzato le principali proposte esistenti e conciliando le prospettive culturali e tecniche emerse.

Intervento in IA NO STOP – GOVERNANCE Venerdì 25 settembre ore 10.30 – 10.45


Breve biografia

Domenico NATALE, Member ISO/IEC JTC1 SC7/WG6 “Software Engineering” – Membro Commissione UNI CT 533 “Intelligenza Artificiale” – Presidente Commissione UNI CT 504 “Ingegneria del software”

Domenico NATALE, Laureato in Scienze Statistiche nel 1975 e specializzatosi nel 1979 in Informatica, ha operato per 35 anni in Sogei, primaria società italiana di Information Technology, applicando metodologie e metriche descritte nel 1995 nel libro “Qualità e quantità nei sistemi software” della Francoangeli. Da oltre 20 anni partecipa a livello internazionale ai lavori di gruppi di esperti che si occupano della qualità di prodotti in Imprese, Università e Pubbliche Amministrazioni. Nel campo dell’Intelligenza Artificiale collabora con vari Working Group specialistici: ISO/IEC SC42/SC7, Focus Group CEN-CENELEC, Workshop EU-CE riguardante le tendenze in atto di Europa e Giappone. E’ docente UNI sulla qualità del software, dei dati e dei servizi IT, secondo i concetti e le misure dell’ISO/IEC 25000 e docente DNV GL, socio UNI, con particolare enfasi alla valutazione della qualità in uso nell’ambiente reale e alla conformità dei prodotti agli standard internazionali e nazionali.