Giuseppe BUONO, “Intelligenza Artificiale al servizio dei cittadini: principali sfide e ricerca dell’equilibrio tra rischi e bene comune”

Abstract dell’intervento

L’intelligenza artificiale rappresenta l’attuale frontiera dell’innovazione tecnologica, economica e sociale. La pubblica amministrazione, nel perseguire la sua missione di servire al meglio i cittadini e le realtà produttive, è chiamata ad adottarla alla stessa stregua delle grandi realtà private, anche basandosi sul vasto patrimonio informativo a sua disposizione. Mentre i grandi operatori di mercato operano sulla frontiera dell’innovazione cercando progressivamente di espandere gli spazi di indipendenza nei confronti di utenti e istituzioni nazionali ed internazionali, la pubblica amministrazione ha il dovere di ricercare l’equilibrio tra i rischi di perdita di controllo e di trasparenza nei processi decisionali e l’opportunità di realizzare al meglio il bene comune. È pertanto fondamentale identificare soluzioni tecnologiche, processive e di governanceche siano non solo innovative e efficaci, ma nativamente rispettose della legalità, della libertà dei cittadini e di principi etici, attuando l’innovazione accrescendo, e non incrinando, la fiducia nello Stato e nelle sue strutture amministrative.

Intervento nel Convegno VENERDì 25 SETTEMBRE – SESSIONE GOVERNANCE ore 9.30 – 14.00


Breve Biografia

Giuseppe BUONO, Direttore Centrale Tecnologie e innovazione Agenzia delle Entrate

Giuseppe Buono, 48 anni, ingegnere elettronico, vive a Roma con la sua famiglia. Dal 2015 guida la Direzione Centrale Tecnologie e Innovazione dell’Agenzia delle Entrate, responsabile del governo delle infrastrutture tecnologiche, dei dati, della sicurezza informatica e delle iniziative di digitalizzazione e di innovazione. Ha maturato in precedenza una lunga esperienza nell’ambito ICT in una realtà multinazionale del settore privato, partecipando a programmi e progetti di trasformazione tecnologica in Italia e all’estero.