Eugenio TAMBORLINI, “Rapporti tra Intelligenza Artificiale e diritto”

Rapporti tra Intelligenza Artificiale e diritto

Abstract dell’intervento

Partendo dai padri dell’intelligenza artificiale Alan Turing e Isaac Asimov, l’intervento esamina alcuni casi di intelligenza artificiale resi famosi dal cinema e dalla letteratura, per poi valutarne i comportamenti sotto il profilo giuridico.
Dopo aver preso coscienza della necessità di una regolamentazione normativa del fenomeno, si discute se, in considerazione della sua vasta e variegata portata, sia preferibile da parte del legislatore un approccio codicistico – che tratti l’intera materia con un testo unico ad hoc – rispetto ad una serie di interventi mirati inseriti nell’ambito di corpi giuridici già esistenti.

Intervento in IA NO STOP – GOVERNANCE Venerdì 25 settembre ore 11.00 – 11.15


Breve biografia

Avv. Eugenio TAMBORLINI, Studio Legale Tamborlini

Eugenio Tamborlini, 51 anni, sposato, ha tre figli e vive a Roma, dove esercita la professione di avvocato da 25 anni. Si occupa di diritto civile, diritto societario e diritto delle successioni, fornendo l’assistenza e consulenza legale in favore di banche, società di leasing e di factoring, gruppi imprenditoriali, persone fisiche e giuridiche. È docente di diritto civile presso la Scuola delle Professioni Legali della L.U.I.S.S., nonché autore di numerosi scritti in materie giuridiche.