Saverio LOVERGINE, “L’impatto attuale dell’IA necessita di una nuova Governance?”

Abstract dell’intervento

In una società complessa come quella in cui viviamo, l’intelligenza artificiale (IA), indipendentemente se percepita come un vero e proprio cambiamento di paradigma tecnologico o come una semplice accelerazione di fenomeni, ha risvolti complessi e non avulsi al contesto in cui si sviluppa.
Tali cambiamenti imposti dalla versione attuale dell’IA, con impatti meno importanti rispetto alle sue potenzialità future (singolarità tecnologica), stanno già trasformando vasti settori della società, delle scienze, dell’economia e della politica, tanto da ridefinire la governance a tutti i livelli e nelle sue diverse manifestazioni (corporate, public e global).
Obiettivo del presente lavoro è comprendere, attraverso un’analisi documentale dei principi di IA (o cluster di essi) – proposti da diverse organizzazioni, istituzioni pubbliche e aziende private, nazionali e internazionali, etc. – che tipo di governance dell’IA si sta costruendo, e chi vi sta partecipando.

Intervento in IA NO STOP – GOVERNANCE Venerdì 25 settembre ore 10.45 – 11.00


Breve biografia

Saverio Lovergine, PhD, Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche (INAPP); rappresentante dello Stato italiano in ESCO mswg in CE, e senior consultant di numerose AA.PP. Svolge attività di ricerca su management e governance delle AA.PP.; robotica, AI e nuove tecnologie digitali; mercato del lavoro, istruzione e formazione. Collabora con la cattedra di Economia Aziendale dell’Università di Roma Tor Vergata, ed e componente del gruppo di lavoro su Intelligenza Artificiale all’Università Pontificia Salesiana di Roma. Fa parte del comitato editoriale di European Scientific Journal.